Settima Capostipite a Somma Zero: la pentola

capostipiti formaliSettima Capostipite Formale a Somma Zero: la pentola. Tutte le informazioni inerenti il gioco possono essere lette nei tre post introduttivi ai seguenti link: prima, seconda e terza parte.

Le Capostipiti Formali a Somma Zero – Liberamente ispirato ai versi dell’amico Paolo l’Autore enuncia il metodo ed immagina 13 pipe per 13 simboli.
1 – L’ottava di Paolo

E’ incannucciata Pentola, si presta
al cuocere e al mangiarvi in atto solo;
a domarvi la brace, se s’incresta:
ma in alto, non in basso, ché sta in volo
e brucia dalla parte della testa.
Siamo in famiglia, ma nell’altro polo,
dove a bruciarlo il cibo ci hai gli orgasmi…
nel mondo siamo insomma dei fantasmi!

2 – La decodificazione

Secondo l’Autore il concepimento d’una pipa che rimandi ad una pentola così funzionalmente descritta dal Poeta deve passare attraverso un’altra figura ad essa richiamante: l’urna. Urna globale per le spoglie dei trapassati ma anche pentolone per lo spoglio universale ed ancora urna da lotteria. Che si tratti dell’impalpabilità d’un caro estinto o di superstizioni come la democrazia e la fortuna sempre in presenza di fantasmi siamo. Ne consegue un succedersi di suggestioni su urne-pentole in cui si depone e urne-pentole dalle quali si estrae. Per la cannuccia sceglie quindi di richiamarsi alla “manovella” e per la testa alla forma universale della “sfera” aggiungendovi dinamicità attraverso l’inclinazione in avanti del fornello. La pipa sarà quindi curva e con più cannello (0), di media lunghezza e dall’aspetto massiccio (-1). Fornello internamente cilindrico e quadro (0) ed esternamente proporzionato e rotondo (+1).

Tabella-Pipa-7-Pentola

3 – La rappresentazione

settima-pentola

Arrivederci alla prossima pipa!

Condividi:

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *