Le stuccature sono difetti gravi?

Le stuccature sono difetti gravi?Opinioni A Confronto, capitolo secondo. L’articolo originale è pubblicato sulla rivista Extra Extra (n°2, marzo-aprile, 1983). Le stuccature delle pipe, evidentemente, rappresentano una tematica evergreen non solo da forum on-line.

Le stuccature sono difetti gravi?
«Molto meglio sabbiate anziché… false lisce»
(di ETTORE FIGARI BARBERIS)

«Non si preoccupi, non dia importanza alle stucca­ture». Ecco la frase ricorrente che un fumatore di pipa si sente ripetere da molti negozianti. Fumo la pipa ormai da moltissimi anni e, dopo questa lunga espe­rienza, mi sono convinto che una pipa non dovrebbe essere stuc­cata. Ritengo che una pipa debba soddisfare tre fondamentali re­quisiti: essere «buona», essere leggera e infine essere gradevole alla vista. Certo, la stuccatura non dovrebbe rovinare il gusto; se una pipa è buona lo sarà con o senza le stuccature (comunque, non sempre è vero), ma trovo bruttissime le pipe piene di stuc­cature che vengono così meno a un requisito per me fondamen­tale. Anch’io sono passato attraverso l’esperienza della pipa stuccata, esperienza che ha caratterizzato i primi tempi della mia passione per la pipa. Spesso (se non sem­pre) l’acquisto di una pipa con queste caratteristiche avviene per motivi economici, essendo una costante il binomio: basso prezzo-pipa stuccata. Cosi, pur­troppo, ho finito con l’acquistare svariate pipe che ora non oso più fumare, perché brutte e di qua­lità scadente. Comprendo le esigenze dei fabbricanti, in particolare di quelli che producono un elevato nu­mero di pipe. Questi non pos­sono certo buttare via tutti quei pezzi che presentano delle im­perfezioni. Se così facessero, esisterebbero solo pipe con una radica perfetta sia per venature sia per colore, ma con il difetto di avere prezzi proibitivi… E allora, poveri noi. La cosa più giusta è che fabbri­canti e fumatori si convincano che meglio di una pipa stuccata è la pipa sabbiata. Evitare le stuc­cature mediante la sabbiatura è la cosa migliore, poiché si otten­gono così indubbi vantaggi. La sabbiatura consente, innanzi tutto, di salvare gran parte della produzione, consentendo anche di mantenere i prezzi ad un livello accettabile. Dal punto di vista estetico è certo preferibile una pipa sabbiata ad una pipa stuccata. Infine, è importante ricordare che la pipa sabbiata offre, fu­mandola, altri vantaggi, quali, ad esempio, una maggiore fre­schezza. 

«Quello che conta di più non è un ritocco esterno»
(di GIORGIO RADICE)

La pipa nasce per essere am­mirata, gustata, conciliata ai propri gusti personali; ogni fu­matore, poi, pensa di avere il vantaggio di conoscere meglio di altri segreti, sistemi, caratteristi­che, funzioni. Una cosa è certa: ogni fumatore acquista una pipa seguendo im­prevedibili variazioni di umore, quindi parlare di pipa diventa un fatto personale. Acquisto e fumo la pipa da circa vent’anni e con­fesso che, malgrado ogni proponimento, la prima emozione nel­l’acquisto è sempre la forma. Dopo avere acquistato a lungo forme classiche, da tempo sono orientato su pipe di forma libera perché riflettono ai miei occhi lo stato d’animo del creatore; non mi pongo altri problemi. Questo atteggiamento mi ha fatto ritrovare con diverse pipe stuccate nella mia rastrelliera; ognuna di queste suscita, ogni volta che la guardo o la fumo, un dialogo. Dire cosa intendo per «stuccata» può diventare difficile; dico solo che accetto le «mini-stuccature» di noti fabbricanti, artigiani e no. Oltre la mini-stuccatura, penso non sia il caso di valutare una pipa e parlarne! Sono convinto che le pipe stuc­cate possano offrire le stesse doti di funzionalità, resistenza, adat­tabilità, sicurezza delle loro so­relle «pure», lisce, fiammate. Le stuccature non influiscono sul funzionamento, sulla formazione di acquerugiola, sul pizzicore in bocca; le pipe stuccate si possono mostrare con orgoglio, ci la­sciano ogni libertà d’azione, non hanno bisogno di foderi protet­tivi, sono — o vengono conside­rate – meno delicate. Insomma, avrete capito che sono un sostenitore di queste pipe, an­che se con il passare degli anni e delle mode hanno subito un no­tevole miglioramento qualitativo e si presentano a volte con prezzi poco allettanti. Ognuno di noi vuole sempre provare il meglio: anch’io pos­siedo diverse pipe «pure» e «blasonate»; ma non dimenti­chiamo le nostre pipe stuccate, amiamole e portiamo loro rico­noscenza, perché quasi sempre a quelle pipe sono legati i primi ri­cordi di chi si avvicina al sensa­zionale mondo della pipa. 

Condividi:

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *