Rossi

rossi
Fonte immagine: internet.

Rossi è un nome importante nella storia della pipa italiana, la fabbrica madre nella quale si sono formati molti operai e artigiani che poi si sono messi in proprio. La produzione comincia nel 1886 a Milano, poi Ferdinando Rossi trasferisce la fabbrica a Barasso, sul lago di Varese. Partita con trenta operai , nel 1938 ne ha 780 che producono ogni giorno quasi 50 mila pipe ed è l’unica manifattura al mondo che fa in proprio ogni parte della pipa e ha segherie che lavorano la radica in esclusiva. Meno del dieci per cento della produzione rimane in Italia. Nel Museo della Pipa, allestito a Gavirate (sempre sul lago di Varese) da Alberto Paronelli, sono raccolti più di tre mila punzoni usati dalla fabbrica Rossi per marcare le pipe; la fabbrica produceva anche per conto di molti committenti, italiani e stranieri, ognuno dei quali aveva naturalmente il proprio marchio. Il campionario, sterminato, arriva a comprendere 3.500 modelli (anche questi, in gran parte, conservati nel Museo). Resta per qualche tempo una delle maggiori aziende piparie del mondo, riduce e migliora il prodotto, adegua forme e finiture alle nuove esigenze, ma poco alla volta non riesce più a tenere il passo della concorrenza. Nel 1984 Ferdinando Rossi junior, nipote del fondatore, si tira da parte.

Condividi:

« Torna all'indice del glossario

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *