Rodaggio

rodaggio
Nell’immagine il fornello ancora vergine di una pipa nuova.

Fare il rodaggio ad una pipa significa semplicemente abituarla (con un minimo di gradualità) al calore della combustione; inoltre fare in modo che si formi (sempre gradualmente) all’interno del fornello quella camicia di carbone che svolge varie funzioni, fondamentale per il fumatore quella di rendere gradevole e rotondo il fumo. Questi risultati si ottengono, essenzialmente, trattando la pipa nuova con riguardo e cautela. Si può adottare qualche accorgimento. Per le prime fumate, riempimento parziale, senza premere troppo il tabacco; in questo modo si porta sul fondo la combustione senza troppa fatica e insistenza, aiutando così la formazione “dal basso” della crosta di carbone. Si può partire da metà carica e, dopo cinque-sei fumate, aumentare gradualmente. Più che mai in fase di rodaggio bisogna fumare lentamente, a boccate corte e non troppo frequenti; evitare il surriscaldamento, facile in una pipa nuova. Nel periodo del rodaggio è consigliabile un tabacco naturale, o comunque poco aromatico, di taglio piuttosto grosso, non troppo umido. Finché la pipa non è “fatta” è meglio non cambiare tabacco. Per le prime fumate, consigliabile un locale chiuso e una situazione di tranquillità; tenere la pipa il più possibile dritta per evitare la bruciatura di un lato del fornello. Fare un paio di fumate, con intervallo per raffreddamento completo e poi lasciare un giorno di riposo.

Condividi:

« Torna all'indice del glossario

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *