Perno

perno
Nell’immagine un bocchino da pipa con il perno bene in vista.

La parte del bocchino più facilmente soggetta a rotture. Si corrono meno rischi se, per infilarlo e sfilarlo (sempre a pipa fredda), si impugna il bocchino a mano piena e si gira in senso orario. E’ una parte anche soggetta a sporcarsi: oltre a passare lo scovolino, si pulisce il perno con uno straccetto imbevuto di solvente o anche con carta sottile: la stessa che, opportunamente attorcigliata a carota, serve a pulire l’alloggiamento del cannello in cui il perno si inserisce. Se “forza” si può lubrificare semplicemente con la grafite di una matita; quando “balla”, se ne può allargare il diametro con il sistema che abbiamo illustrato sotto la voce manutenzione.

Condividi:

« Torna all'indice del glossario

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *