Navy cut

navy cut
Nell’immagine un tabacco navy cut di antica tradizione, il Capstan.

Il nome, “taglio marinaro”, denuncia l’origine del navy cut. Si trattava, infatti, della dotazione concessa ai marinai, i quali arrotolavano le foglie in forma di grosso sigaro, le avvolgevano in tela da vela e lo legavano strettamente con una corda. Quando volevano fumare, staccavano un pezzo del rotolo, lo sbriciolavano e caricavano la pipa. Oggi questo taglio si confonde con i flakes, di cui è solo un po’ più lungo.

Condividi:

« Torna all'indice del glossario

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *