Kentucky

kentucky
Nell’immagine dei sigari toscani ancora freschi di lavorazione.

Il kentucky, tabacco americano, curato a fuoco diretto, che si è notevolmente sviluppato in Italia, tanto da diventare la materia prima del nostro prodotto da fumo più tipico, il sigaro Toscano. A parte questo impiego, che assorbe quasi metà della nostra produzione, l’uso del Kentucky, come di tutti i tabacchi scuri, è in calo un po’ dovunque. Il suo colore tipico è detto “tonaca di frate”, ottenuto dopo una cura di due tre settimane. L’Italia ne produce un sesto dell’intera produzione mondiale; lo si coltiva in particolare fra Toscana e Umbria. L’esportazione, una volta fiorente, si fa sempre più difficile per la ricordata preferenza per i tabacchi biondi. Piccole quantità di Kentucky entrano nella composizione di trinciati per pipe e per sigarette.

Condividi:

« Torna all'indice del glossario

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *