Imboccatura

imboccatura
Nell’immagine una bocchino da pipa visto dalla parte dell’imboccatura.

Si chiama alternativamente imboccatura o boccaglio. È la parte del bocchino della pipa che si tiene fra i denti. Il suo spessore non dovrebbe essere inferiore ai quattro millimetri, dato che il foro (o taglio) si aggira sul millimetro e mezzo. Uno spessore minore resisterebbe poco alla pressione dei denti, maggiore sarebbe fastidioso da tenere in bocca. La sezione ovale molto appiattita è la più confortevole, quella rettangolare può dare la sensazione di un maggiore spessore. La larghezza al labbro può arrivare ai venti millimetri, ma mediamente è sui quattordici. Naturalmente la larghezza influisce sulla distribuzione del peso sulla dentatura.

Condividi:

« Torna all'indice del glossario

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *