Dunhill

dunhill
Nell’immagine una pipa Dunhill in edizione natalizia limitata (anno 2000).

Un nome, almeno per le pipe, entrato nella leggenda. Se sia stato giusto o no, se la leggenda sia ancora valida, non è nostro compito giudicare. E’ un fatto che questo nome ha un suo posto nella storia del costume contemporaneo. Alfred Dunhill apre un negozio di tabacchi nella Duke Street di Londra nel 1907. Tre anni dopo vende le prime pipe che si affermano rapidamente, come le miscele, per l’accuratezza della produzione e per la disponibilità di servizio verso il cliente. Le vendite per corrispondenza, anche sui fronti della Prima Guerra Mondiale, diffondono il nome di Dunhill in tutto il mondo. Nel 1917 inventa la pipa sabbiata, nel 1924 pubblica “The Pipe” (che avrà numerose edizioni, poi anche a cura del figlio, a sua volta autore di “The Gentle Art of Smoking” nel 1954, mentre la figlia Mary scrive nel 1979 “Our Family Business”). Alfred si ritira nel 1928 e gli succedono nella presidenza del gruppo che si è frattanto formato, il figlio Alfred Henry, la figlia e il nipote Richard. Negli ultimi anni l’attività del gruppo, che fa parte della Rothmans International, si è estesa a vari oggetti di lusso, venduti (oltre che da rivenditori selezionati) nei negozi Dunhill di alcune grandi città del mondo. Diffuse in vari Paesi anche aziende sussidiarie. Il Gruppo occupa oggi più di duemila persone, novecento delle quali in Inghilterra, e si articola in quattro divisioni: Fashion (abbigliamento), Precision engineering (orologi, accendini, penne), Smokers (pipe, tabacchi, sigari e sigarette, accessori per fumatori), Toilettries (profumeria e varie).
Dal 1983 la produzione delle pipe è tutta concentrata nella fabbrica di Walthamstow, un sobborgo di Londra. Capifila Dunhill e Charatan: seguono, da una parte, Parker-Hardcastle e le sottomarche Masta e Savory: dall’altra Ben Wade più Mountbatten e House of Lord. I reparti sono separati, ma è un fatto che, con questo imponente fenomeno di concentrazione, le pipe inglesi di maggior prestigio e diffusione internazionale, nascono ora tutte sotto lo stesso tetto. La sede del Gruppo è in un palazzo costruito (e ricostruito) “intorno” al grande negozio di Duke Street che ospita, oltre al favoloso humidor dei sigari, un piccolo ma interessante museo del fumo.
Le pipe “del puntino bianco” (la leggenda vuole che questo segno distintivo sia nato per caso, da esigenze artigianali) hanno una produzione annua che non supera i 100 mila pezzi (dalla fabbrica ne escono molte di più, con gli altri nomi citati). Sono classificate in sei gruppi secondo la grandezza del fornello; otto sono i finissaggi. Ci sono poi le pipe speciali. Bocchini di ebanite, ma anche di metacrilato. I modelli classici sono una quarantina, ma se si moltiplicano per formati e finissaggi, si aggiungono le varianti e i tipi speciali, si arriva a qualche migliaio. Ogni pipa è marcata con un numero di quattro o cinque cifre che indicano, nell’ordine, gruppo (dimensioni), tipo del bocchino, modello, caratteristiche di lavorazione.
Dunhill ha costruito il suo mito prima con il tabacco che con le pipe. La trovata di mister Alfred di un registro su cui annotare la composizione della miscela preferita da ciascun cliente ha alimentato questo mito, circondandolo dell’indispensabile rituale. Il famoso registro esiste ancora (anche se si sono affermate le miscele pronte) e comprende oltre 35 mila ricette. I tabacchi confezionati, che ne costituiscono una specie di selezione, non raggiungono la trentina. La produzione si fa in una grande manifattura sita nell’Irlanda del Nord: ecco perché sulle confezioni è correttamente scritto “Manufactured and blended in the United Kingdom” e non “in England”. Alle miscele vendute nelle classiche scatole rotonde a tenuta stagna, si sono aggiunti alcuni tipi di trinciati per i quali sono state adottate le buste (pacchetti metallizzati), tipi che escono dalla rigida tradizione inglese, e sono senza Latakia.

Condividi:

« Torna all'indice del glossario

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *