Dove

dove
Fonte immagine: internet.

La pipa si può fumare dovunque, eccettuati, ovviamente, i luoghi in cui è proibito il fumo. I fumatori esperti adeguano pipa e tabacco non solo alle circostanze, ma anche ai luoghi. La pipa è soprattutto “da interni”, nel senso che un ambiente chiuso consente di goderla in pieno raccoglimento, senza perdere un solo effluvio, con il piacevole impegno di tutti i sensi. Si fuma ascoltando musica, leggendo un libro, guardando la televisione. Anche conversando; anzi, il fumatore di pipa è considerato un ottimo conversatore, perché parla poco e ascolta molto. Ma la pipa si fuma deliziosamente anche all’aperto, in montagna o sulla riva del mare, in barca o all’ombra di un albero. Il dove, naturalmente, condiziona (almeno in parte) la scelta del tipo. La pipa della poltrona preferita non potrà essere la stessa del luogo di lavoro o della strada. In montagna pipe generose, eccellenti le curve, corte se si cammina. Sulla spiaggia, meglio dritte e snelle, con cannello piuttosto lungo. Diritte e semplici, con cannello normale, per strada (evitare le forme strane, che fanno esibizionista). Stesso criterio per luoghi pubblici al chiuso. In posti molto ventosi può essere utile il coperchietto.

Condividi:

« Torna all'indice del glossario

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *