Curapipe

curapipe
Nell’immagine un classico curapipe economico in metallo.

Il curapipe altro non è che un piccolo accessorio, detto anche pigino o calcatoio in riferimento a una delle sue funzioni. Il curapipe classico è formato da tre elementi che corrispondono ad altrettante funzioni: il pigino vero e proprio, che serve a premere il tabacco nel fornello della pipa per regolare il tiraggio; l’ago, con cui si interviene per dare aria a una carica troppo compatta e per eliminare residui e grumi che intasino i vari condotti e fori; il cucchiaino o spatola (spesso anche a lama) che si usa soprattutto per lo svuotamento del focolaio. Questi tre elementi sono riuniti in vari modi, con o senza contenitore; in qualche caso sono addirittura fusi in un unico aggeggio. Ce ne sono decine di modelli, alcuni anche preziosi. E’ un accessorio piccolo ma importante, da usare sempre; e per questo è consigliabile attenersi ai modelli più semplici ed economici, anche perché si perdono con facilità. Il pigino deve premere il tabacco in modo uniforme, e non solo al centro. L’ago o stiletto è quasi sempre troppo corto per arrivare a disintasare il foro del fumo passando dal cannello (e allora si ricorre al fil di ferro). La spatola o lama qualche volta è impiegata per raschiare le pareti del fornello, ma non dà quasi mai buoni risultati.

Condividi:

« Torna all'indice del glossario

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *