Ceppo

ceppo
Nell’immagine un modello ed il logo delle pipe Ceppo.

Pipe artigianali italiane. La produzione delle pipe Ceppo è stata avviata nel 1978-79 da Mario Lubinski sull’onda dell’entusiasmo e delle capacità di Giorgio Imperatori anima del laboratorio di Pesaro da cui escono queste pipe di cui, qualità a parte, sono stati indovinati il nome (che dice suggestioni e atmosfere di natura, che evoca quiete serate davanti al camino) e il marchio (una C tonda e grassoccia che ha un segno insieme audace – per una pipa – e rassicurante). A Pesaro si fa la lavorazione completa della pipa, con radica della Corsica e, per i bocchini, metacrilato nero in lastre, ambra pressata, ambra antica di blocco, avorio. La produzione si aggira sulle 400 pipe ogni mese, di cui si esporta il 35-40% (USA, Canada, Germania, Svizzera, Austria). Le pipe lisce, di vari gradi, rappresentano circa il 40%. Fiori all’occhiello della creatività di Giorgio Imperatori, le Calabash con corona di legno esotico, gli spigot di radica, ardite Oliphant di linea impeccabile. Con la Ceppo e altre aziende Pesaro è diventata una piccola capitale della pipa italiana. In gran parte lo deve ai Lubinski, padre e figlio.

Condividi:

« Torna all'indice del glossario

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *