Bruciata

bruciata
Nell’immagine la testa di una vecchia pipa bruciata.

Una pipa può essere bruciata? Sì, infatti è di legno e anche la radica, che pure ha un alto grado di incombustibilità, può bruciare: perché è di scadente qualità o non sufficientemente stagionata, ma più spesso per l’eccessivo calore determinato dal cattivo uso. Possono bruciare le pipe trattate con alcol (pratica da evitare); e si può avere bruciatura, a volte fino al buco, quando si tirano boccate troppo energiche ravvicinate; quando si lascia che la brace scenda velocemente fino in fondo al fornello (lo si impedisce calcando la carica); quando si insiste nel voler riaccendere le ultime briciole di tabacco. Può bruciare, una pipa, nelle zone in cui non si è formata la crosta di carbone. Come si vede, però, il colpevole è sempre l’eccesso di calore.

Condividi:

« Torna all'indice del glossario

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *