Aromatizzanti

aromatizzanti
Nell’immagine un kit completo di tipi di tabacco e aromatizzanti, per miscele casalinghe.

Gli aromatizzanti sono tutta una schiera di additivi che hanno lo scopo di modificare o migliorare l’aroma del fumo. Si usano sostanze naturali o, più spesso, sintetiche. Un aromatizzante tutto speciale si può ottenere estraendo per distillazione l’olio essenziale di un tabacco di buona qualità per poi vaporizzarlo su una miscela di grado inferiore per elevarne l’aroma. Spesso questi additivi migliorano anche il gusto, come è il caso di tutte le sostanze zuccherine: zucchero di canna, d’uva, d’acero, miele, melassa, saccarina. Fra gli aromatizzanti veri e propri: liquirizia, fava di Tonca, lingua di cervo, cumarina, vanillina, cacao, vino, cioccolato, rum, anice, balsamo di Tolù, balsamo del Perù; oli essenziali di bergamotto, di cascarilla, di cinnamono, di chiodi di garofano, di coriandolo, di radice di genziana, di valeriana; estratti di pesca, di fico, di susino; olio di arachidi, di rosmarino, di menta. Per i trinciati da pipa, oltre ad alcuni alcolici, la fantasia si sbizzarrisce con l’impiego delle più varie e strane sostanze. Si è provato perfino il curry.

Condividi:

« Torna all'indice del glossario

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *