Funzionalità del glossario della pipa

glossarioAd oggi sono stati inseriti 60 termini nel glossario della pipa di cui ho introdotto le motivazioni in questo precedente post. Dietro le quinte, a quanto pare, il criceto (consentitemi di battezzare così il plug-in che ho installato sulla piattaforma wordpress) sta facendo girare la ruota e molte parole nei post che scrivo si stanno illuminando da sole, ovvero stanno diventando automaticamente dei link attivi che rimandano alle varie definizioni inserite nel glossario. Credo davvero che sia il modo migliore, eventualmente, per istruire senza bisogno di dire anche perché io avrei ben poco da aggiungere a quanto scrisse Bozzini a suo tempo. In questo post, invece, volevo rendere edotto il lettore di come funziona tutto il meccanismo perché ci sono diverse modalità per sfruttare al massimo il nostro criceto.

Il modo più semplice è entrare direttamente nella pagina del glossario accedendovi dal menù in alto del sito. Nella pagina che si apre è presente un elenco alfabetico; basta cliccare sopra la lettera prescelta e sotto di essa comparirà la lista dei termini fino a quel momento inseriti. Cliccando sul termine a quel punto si accede alla sua scheda, commentabile da tutti (per integrazioni o altro). E’ stato aggiunto, inoltre, un rimando al glossario anche nella sidebar (colonna laterale) del sito che propone, in modo casuale ed ogni volta diverso, alcuni dei termini inseriti nel glossario. Cliccando sopra un termine qualsiasi si accede direttamente alla specifica scheda.

Veniamo ora ai post del blog: come dicevo, se viene scritto un termine presente nel glossario, questo automaticamente diventa un link attivo. Se il lettore prova a cliccarci sopra si attiva – in questo caso – un “tool-tip” cioè una finestra fluttuante che riporta il contenuto della scheda di quel termine. In fondo alla scheda c’è poi il link per entrare nella vera e propria pagina riservata a quel termine. La funzionalità del “tool-tip” per me è fantastica perché permette la consultazione del glossario senza bisogno di interrompere la lettura del post che si stava leggendo precedentemente. E’ sufficiente spostare il mouse affinché il “tool-tip” sparisca e, se non si clicca sul termine, il “tool-tip” neppure appare e rimane dormiente.

Ultima funzionalità presente è quella dei sinonimi e dei termini correlati, cosa importantissima a mio avviso, perché parlando di pipe e tabacchi molto spesso usiamo alternativamente inglesismi che corrispondono a termini italiani o più termini in italiano che vogliono dire la stessa cosa. Bene: il nostro criceto da la possibilità, in fase di inserimento dati, di evidenziare queste correlazioni e/o sinonimie e quindi collega in automatico le varie schede terminologiche che, altrimenti, altro non sarebbero che dei doppioni. Infine, nelle varie schede del glossario, vengono anche evidenziati tutti i testi (post, pagine, altre schede del glossario) in cui, quel determinato termine che stiamo consultando, compare. Direi davvero non male. Alla prossima!

 

 

Condividi:

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *