Dunhill Classic series: garanzia di unicità

Segue la succinta presentazione di questa serie (storicamente poco fortunata, a mio modesto avviso) di pipe Dunhill: le Classic series. L’articoletto, di chiaro stampo commerciale, appare nella rivista Smoking (n°4, dicembre 1993).

Dunhill Classic series: garanzia di unicità

“Deve essere utile. Deve funzionare bene. Deve essere bella. Deve durare. Deve essere la migliore nel suo genere”. Nel 1907, Alfred Dunhill usava queste parole per definire il suo modo di “intendere” l’oggetto pipa. Uno sguardo alle Dunhill Classic Series, per verificare uno standard che è rimasto inalterato nel tempo.

Dunhill Classic Series - RepertorioLa Alfred Dunhill vanta ben novanta diversi procedimenti di manifattura e tre mesi di tempo per creare una pipa che possa durare una vita intera. Non si fa fatica a crederlo osservando la perfezione delle raffinate Dunhill Classic Series, che ripropongono una variegata gamma di forme e finiture tradizionali del marchio. Marcate da una fascetta placcata d’oro a 23 carati e riportante la dicitura “Dunhill Classic Series”, vengono presentate in un box di mogano di grande effetto, foderato di velluto nero e con una placca dorata indicante il modello. Veri e propri oggetti da collezione, sono trattate da esemplari unici: ognuna di esse riporta, stampati sul cannello di radica, la forma, la finitura e l’anno di produzione della pipa originale, insieme ad un numero di registrazione individuale che ne garantisce l’autenticità. Se non bastasse, Dunhill fornisce le “Classic Series” di un Certificato scritto a mano, con la descrizione e la registrazione della pipa e che, debitamente firmato e rispedito, fa sì che il fumatore venga inserito nel Registro Ufficiale delle Classic Series, tenuto dalla Alfred Dunhill di Londra. Garantite per dodici mesi da possibili difetti e imperfezioni dei materiali o della manifattura, la collezione delle “Classic Series” viene ampliata di anno in anno con l’introduzione di nuove forme.

Dunhill Classic Series - Punzonature

Condividi:

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *