Dimmi che pipa compri e ti dirò chi sei

Dimmi che pipa compri e ti dirò chi sei

Dimmi che pipa compri e ti dirò chi sei…. presumibilmente ispirato da un’interessante articolo scritto da Marco Benedetti nel 1984 (vedi sul blog: “Design della pipa”) in quest’altro e più recente pezzo – Pier Alberto Cucino – prende in esame le stesse marche di pipe del Benedetti e s’avventura nell’assai insidioso terreno dei sempreverdi cliché “pipici” ma – tutto sommato – lo fa con ironia e moderazione. Il testo originale è pubblicato sulla rivista Smoking (n°1, marzo 1989).

Dimmi che pipa compri e ti dirò chi sei

Affermare che esiste una relazione diretta fra la personalità e le scelte che ognuno di noi fa è scontato. Così il nostro carattere ci spinge a scegliere un dato tipo di abbigliamento, ad acquistare un’auto piuttosto che un’altra e via dicendo. Spesso si tratta di un legame implicito ed automatico di cui non si prende compiutamente coscienza. A questo punto la domanda è: le differenze di carattere e di personalità possono indurre i fumatori di pipa a preferire una marca anziché un’altra? A nostro avviso la risposta è affermativa, pur dovendo osservare che anche in questo caso le generalizzazioni spinte all’eccesso generano banali e fuorvianti luoghi comuni. Tenendo conto di tale indispensabile premessa, facciamo un tentativo di individuare le preferenze di alcune categorie di fumatori.

Chi compra preferibilmente pipe CASTELLO è innanzitutto contraddistinto da un carattere piuttosto fermo, saldo. Infatti le caratteristiche fondamentali della produzione CASTELLO sono la forza ed il vigore che distinguono ogni pezzo. L’abbondanza del legno, lo spessore delle pareti del fornello non possono indurre a conclusioni diverse. La grande personalità che emana dalle pipe CASTELLO si sposa perfettamente con uomini dotati di grandi capacità di gestione e di notevole carisma con la tendenza a divenire “Opinion Makers”. Il concetto di eleganza indubbiamente esistente in tali persone è però interpretato in chiave sportiva e dinamica. Una pipa di CARLO SCOTTI rappresenta la diretta espressione di tale interpretazione.

Completamente diverso è l’uomo DUNHILL. Questi è infatti una persona contraddistinta dalla tendenza innata verso un’eleganza di stampo classico. La sua grande raffinatezza lo spinge a prediligere le purissime e tradizionali forme della celebre casa inglese. Una delle doti principali dell’uomo DUNHILL è la sua naturale capacità di mediazione che sa esercitare ad ogni livello. Ciò gli consente di affrontare e risolvere in modo inimitabile situazioni particolarmente delicate e complesse. In tale quadro una pipa di SIR ALFRED con la sua classe discreta ed aristocratica e la sua pulizia stilistica costituisce una scelta ideale perfettamente in sintonia con gli altri aspetti esteriori che l’uomo DUNHILL cura con impareggiabile finezza.

Identificare l’uomo SAVINELLI è più difficile visto che i prodotti di questa marca si rivolgono ad una clientela molto vasta e fortemente diversificata. Si può comunque tentare di tracciarne un profilo. Chi acquista pipe SAVINELLI da un lato è parzialmente avvicinabile all’uomo DUNHILL per la naturale tendenza verso il gusto classico; dall’altro se ne discosta per un’interpretazione più concreta e marcata: c’è meno ambizione aristocratica e più razionalità nell’uomo SAVINELLI, che è in genere dotato di grande capacità di attenzione e di concentrazione. Inoltre la versatilità che lo contraddistingue gli consente di ottenere brillanti risultati nei settori più disparati e di essere quindi allo stesso tempo uomo di pensiero e d’azione. Tali caratteristiche lo portano quindi a preferire le pipe SAVINELLI che, interpretando in maniera superba vari filoni stilistici, gli consentono di soddisfare i differenti ed a volte opposti lati della sua personalità.

Mi rendo conto che molti potrebbero pensare che io sia salito in cattedra a “sputare” sentenze; in realtà mi sto decisamente divertendo a scrivere queste “riflessioni” e spero che gli estimatori delle marche citate non si sentano sminuiti perché ho dimenticato qualche aspetto fondamentale della loro personalità o per qualche altro motivo. Scusandomi pertanto in anticipo, continuo in quello che ritengo essere un gioco simpatico e, perché no, stimolante.

Esaminiamo ora l’uomo MASTRO DE PAJA. Un successo fulminante accomuna questa marca con i suoi estimatori. La MASTRO DE PAJA è infatti entrata a buon diritto nel gotha delle grandi firme del settore in tempi insolitamente brevi, visto che l’inizio della sua attività risale solo al 1972. In tale ottica coloro che prediligono le pipe con il bollino d’argento sono spesso uomini in forte ascesa con grandi prospettive. L’uomo MASTRO DE PAJA ama dare una immagine immediata di sé ed in ciò è coadiuvato da una pipa tipicamente artigianale con tinte calde che esaltano radiche esteticamente pregevoli. Per completare il quadro, egli preferisce utilizzare accessori prodotti dalla stessa casa al fine di ottenere una sintonia perfetta con le sue pipe.

L’uomo PETERSON è forse il più incline alla riflessione. In effetti tale caratteristica sembra essere confermata anche dallo stesso slogan utilizzato dalla casa: “The thinking man smokes Peterson’s”. Si tratta di un uomo dotato di una spiccata capacità di elaborazione intellettuale che non è fine a sé stessa, essendo utilizzata per scopi concreti e comportando quindi qualità decisionali fuori dal comune. Di conseguenza egli si orienta verso i tipici modelli curvi di dimensioni generose. L’uso intenso che fa delle sue PETERSON’S, considerate veri e propri strumenti di lavoro, lo porta ad apprezzarne soprattutto la grande affidabilità.

Concludiamo con due marche che vengono spesso preferite dagli uomini di personalità estrosa: BANG e CHARATAN. Tuttavia, se da un lato la fantasia accomuna gli acquirenti di queste due pipe, dall’altro esistono alcune notevoli differenze. L’uomo BANG è il “creativo” per eccellenza che dà libero sfogo alla fantasia e che pertanto è capace di vere e proprie invenzioni. La sua conseguente imprevedibilità lo spinge naturalmente verso le forme insolite ed originali delle BANG. L’uomo CHARATAN, invece, esprime il proprio estro nella brillante rielaborazione dei modelli e delle impostazioni tradizionali. Per tale motivo egli è fortemente attratto da una marca che reinterpreta in modo personale le forme classiche della modellistica britannica. 

Naturalmente in questo articolo abbiamo inteso mettere in risalto semplici tendenze che possono anche non trovare riscontro nella realtà. Del resto la complessità della personalità umana è tale, da rendere ardua una classificazione soddisfacente. Ne consegue, per quanto riguarda il nostro caso, che il lettore potrà riconoscersi in alcune o anche in tutte le categorie suddette, tanto da considerare l’acquisto di pipe di diverse marche come un piccolo mezzo per esprimere altrettanti aspetti della sua personalità.

Condividi: