Dell’ambra

Dell'ambraFausto Fincato discorre del materiale più prezioso utilizzato per fare bocchini. L’articolo originale è pubblicato sulla rivista Smoking (n°1, marzo 1975).

Dell’ambra

Quanti di noi si sono domandati cosa essa è veramente? L’ambra è una resina fossile e dura, originata dalle conifere e prevalentemente dai pini. I giacimenti dell’ambra, nel seno della terra si collocano nel periodo cosiddetto “terziario”, identificabile in circa 40-50 milioni di anni fa. Essa si trova nei terreni compositi, nella maggior parte dei casi in forma di ciottoli levigati; in altri casi, invece, si presenta a blocchi irregolari e di dimensioni diverse. E’ una massa amorfa ed ha un peso specifico da 1,00 a 1,100, inoltre è idrofuga, pertanto non permeabile ai liquidi, la sua durezza, secondo la scala di Mohs è di 1,5-2,5. L’ambra possiede una gamma di colori vari ed in base alla bellezza della colorazione occupa un posto speciale nel gruppo delle pietre fini. Spesso ha colori mischiati simili alle venature del marmo, a volte anche blu-cielo, rossa, bianca, nera. E’ facile da tagliare, può essere lavorata senza fatica dal bulino, molata con gli abrasivi e levigata come uno specchio e tutto questo permette di utilizzarla in larghe proporzioni per la fabbricazione di articoli di gioielleria ed articoli d’arte.

Questo fu uno dei motivi che spinsero gli artigiani della pipa e dei bocchini, a scegliere di preferenza questo pregevole materiale, per conferire maggiore bellezza, in particolare alle pipe di schiuma che già di per sé erano oggetti d’arte. A volte l’ambra racchiude tracce di specie animali e residui di piante fossili, tracce che sono rimaste nell’ambra per parecchie decine di milioni di anni, ma le loro impronte sono molto ben conservate e grazie a ciò l’ambra è per la scienza l’unico materiale che permette di studiare lo sviluppo della vita sulla terra per un periodo di oltre cento milioni di anni. Strofinata si elettrizza ed attira i corpi leggeri (carta, paglia, ecc.) e grazie alle sue qualità magnetiche e dielettriche speciali, è un isolante di elettricità insostituibile nella costruzione di apparecchi di precisione. Inoltre, è materia prima per l’industria chimica, per la fabbricazione di materie plastiche, per la medicina, per vernici, smalti, ecc. Per la sua composizione chimica, l’ambra si avvicina alle combinazioni di resine e di acidi organici con peso molecolare elevato, la composizione dell’ambra è la seguente: carbone 79% – ossigeno 10,5% – idrogeno 10,5%.

Si estrae in molti paesi, ma i più grandi giacimenti si trovano in Russia, sul litorale baltico nella regione di Kalinigrad; infatti più del 60% delle riserve mondiali si trovano qui, dove viene estratta meccanicamente dalle miniere, che sono cave di tipo aperto, con l’aiuto di potenti scavatori a tazza. L’ambra estratta dopo essere stata arricchita con il metodo della meccanica dei fluidi, viene tagliata e trattata. I pezzi più piccoli sono trasformati in ambra pressata, mentre i pezzi impuri sono trattati chimicamente. L’ambra pressata ha rappresentato e rappresenta la materia prima che conferisce preziosità a molti oggetti da fumo per i veri conoscitori e collezionisti.

Condividi:

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *